Dot 41 Punto Medico | Piazza della Libertà, 41 - Alessandria
Seguici su:

Oculistica

L'oculistica o oftalmologia è la branca della medicina che si occupa della struttura, del funzionamento e delle malattie o dei disturbi che colpiscono l'occhio e di conseguenza la vista.

Di cosa si occupa l'oculista?

L'oculista è lo specialista in grado di prevenire, diagnosticare e trattare i disturbi e i problemi che possono colpire l'occhio.
Per farlo visita il paziente, prescrive o esegue ulteriori esami necessari e utilizza i dati così raccolti per prescrivere la terapia più adatta, che può essere di tipo medico o chirurgico.
In caso di necessità può prescrivere lenti da vista correttive.

Quali sono le procedure più utilizzate dall'oculista?

Durante la visita oculistica generale, l'oculista raccoglie informazioni sulla salute del paziente e procede con una visita generale dell’occhio.
Fra gli aspetti su cui si concentra ci sono l'allineamento degli occhi, la loro mobilità, lo stato delle palpebre, eventuali segnali di malattie dell'orbita o dell'apparato lacrimale e le pupille.
All’interno di Dot 41 Punto Medico è possibile effettuare procedure per diagnosticare un disturbo della vista come:

  • l'analisi del fondo oculare
  • la tonometria
  • la tomografia ottica computerizzata (OCT)

Perché sottoporsi a una visita oculistica?

Una visita oculistica completa va effettuata con regolarità per valutare lo stato di salute degli occhi e intercettare l’insorgenza di eventuali patologie, difetti visivi, o monitorarne l’evoluzione.
È consigliabile nelle persone al di sopra dei 40 anni di età e per i bambini (consigliabile la prima visita compiuti i 6 mesi) per scongiurare ritardi nello sviluppo dovute a patologie oculari non diagnosticate in tempo.
In generale è consigliabile sottoporsi ad una visita oculistica completa quando si avvertono questi disturbi:

  • annebbiamento della vista;
  • cambiamento nella percezione dei colori;
  • abbassamento della qualità visiva;
  • aloni, macchie, punti scuri che appaiono durante la messa a fuoco degli oggetti;
  • in seguito a traumi o incidenti.

Ogni quanto tempo richiedere un appuntamento con l'oculista?

Il consiglio è di controllare la vista periodicamente.
La frequenza può dipendere da molti fattori quali età, malattie pregresse, lavoro svolto, etc.
Generalmente senza la presenza di altri fattori, il controllo andrebbe eseguito almeno ogni 2 anni, anche quando non insorgono disturbi agli occhi o riduzione delle capacità visive.
Nei casi di lavori particolarmente gravosi per la vista o che richiedono particolare sforzo, sarebbe opportuno una regolare visita annuale.
Nei bambini è consigliabile una visita oculistica:

  • Ai 3 anni di età anche se il bambino non lamenta disturbi.
  • A 5/6 anni in concomitanza con l’ inizio della scuola elementare.
  • A 8 anni perché spesso a questa età si presenta la miopia cosiddetta “scolare”.
  • Successivamente proseguire con visite oculistiche periodiche a seconda delle indicazioni fornite dall'oculista.


Richiedi Maggiori Informazioni