Dot 41 Punto Medico | Piazza della Libertà, 41 - Alessandria
Seguici su:

Audiologia

L’audiologia si occupa della valutazione clinica dell'orecchio, dei disordini relativi all'udito ed al bilanciamento dello stesso.

Di cosa si occupa l’Audiologo?

Attraverso una serie di esami per la valutazione audiologica, il medico specialista audiologo può diagnosticare e trattare i disturbi del sistema uditivo e vestibolare (ipoacusia, acufeni, problemi di equilibrio).
L’audiologo, inoltre, si occupa di prescrivere l’uso di apparecchi acustici e di gestirne il loro corretto utilizzo, nonché, in caso di sordità profonda, di valutare la possibilità di utilizzare impianti cocleari ovvero dispositivi elettronici artificiali in grado di ripristinare la percezione uditiva. Valutare la capacità uditiva di una persona, inoltre, è utile per fare una diagnosi dell’eventuale patologia che ha portato alla perdita uditiva.

Come si svolge la visita audiologica?

Nella prima parte della visita lo specialista raccogliere il numero maggiore di informazioni sulla storia e sullo stile di vita del paziente (anamnesi). In seguito procederà a effettuare tutti gli esami utili ad individuare le cause all’origine della sintomatologia riferita dal paziente:
Ispezione della membrana timpanica e del condotto uditivo esterno;
Se necessario lo specialista effettua il “lavaggio auricolare”, nel caso in cui, nel condotto uditivo sia presente il tappo di cerume.
Nel corso della visita il paziente può essere sottoposto a:

  • Esame audiometrico tonale e vocale, della durata di pochi minuti e del tutto indolore, volto a determinare la cosiddetta “soglia di minima udibilità”, ossia a individuare eventuali perdite della percezione uditiva;
  • Esame impedenzometrico, spesso associato all’esame audiometrico, anch’esso della durata di pochi minuti e del tutto indolore, viene eseguito inserendo una piccola sonda nell’orecchio del paziente e serve in particolare per valutare l’elasticità del timpano e della catena di ossicini responsabili della funzione dell’udito;
  • Acufenometria, esame diagnostico non invasivo che mira a stabilire i parametri riguardanti l’acufene, comprende la misurazione del timbro (frequenza), l’accoppiamento della loudness (intensità), il livello minimo di mascheramento e il test d’inibizione residua.
  • Consulenza audioprotesica completa unendo tutte le informazioni acquisite l’audioprotesista guiderà, se necessario, nella scelta della soluzione acustica più indicata. Una consulenza mirata è alla base della buona accettazione e della buona riuscita della applicazione.

Quali sono le patologie trattate dall'Audiologia?

Le patologie trattate più spesso dall’audiologo sono:

  • Afasie
  • Disfonie
  • Disfemie (balbuzie, tachilalie, tumultus sermonis)
  • Disartria
  • Disturbi del linguaggio primari e secondari (ritardi mentali)
  • Deglutologia
  • Dislalie
  • Disturbi della comunicazione scritta (turbe della letto-scrittura)
  • Sordità in particolare dell'età evolutiva
  • Turbe dell'equilibrio

Prenota subito la tua Visita